Search   You are here:  Home  
 Celivo    

   
 Stampa   
 Google+    

   
 Stampa   
 Twitter    
   
 Stampa   
 Facebook    

 

   
  


 

 

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,

libertà è partecipazione.

(La Libertà - G. Gaber
da °Dialogo tra un impegnato e un non so" - 1972)

 

 

 
 

 Eventi e Notizie    

 - Eco Preboggion 2016 - Sabato 9 Luglio 2016 ore 19 appuntamento in Piazza Tazzoli

Clicca QUI per l'evento Facebook, QUI per le foto della preparazione e QUI per quelle dela festa!

 


 - A tutto Sesto - Sabato 11 Giugno 2016 ore 16 appuntamento di fronte all'oratorio di Coronata

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 


 - A tutto Sesto - Sabato 7 Maggio 2016 ore 15 appuntamento a Panigaro, Genova Sestri.

Clicca QUI per le foto!

 


 - A tutto Sesto - Sabato 16 Aprile 2016 ore 15 appuntamento in Via Soliman presso la ex Manifattura Tabacchi, Genova Sestri.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 


 - A tutto Sesto - Sabato 12 Marzo 2016 ore 15 appuntamento in Piazza Di Vittorio, Genova Sestri.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 


 - A tutto Sesto - Sabato 20 Febbraio 2016 ore 20,45 appuntamento in Piazza Vittorio Consigliere (S. Maria della Costa), Genova Sestri.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 


 Cari Amici,

trovate QUI il testo realizzato dal Coordinamento Ligure Gestione Corretta dei Rifiuti che abbiamo avuto modo di riportare durante l'audizione presso la Commissione Parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati che lo scorso Martedì ha presentato presso la Prefettura di Genova la relazione prodotta.

Trovate invece QUI il testo della relazione. Per chi avesse piacere di consultarla in forma cartacea, ne abbiamo una copia che possiamo far circolare.


 Cari Amici,

trovate QUI il documento che abbiamo elaborato insieme a chi tra voi ha dato la propria disponibilità (grazie!) circa il ripristino di viale C. Canepa.
Siamo soddisfatti del lavoro: il vostro contributo esprime una visione organica di sostegno alla pedonalità ed alla convivenza con il traffico automobilistico.

Vi aggiorneremo sugli sviluppi di questo percorso! 


 - A tutto Sesto - Sabato 23 Gennaio 2016 ore 15,45 appuntamento in Piazza Massena, Genova Cornigliano.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 


- Camminata al Monte Gazzo - Martedì 5 Gennaio ore 20,30 partenza da Piazza Baracca.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 

- Festa di Natale - Sabato 19 Dicembre 2015 ore 17,30 presso la nostra sede di Villa Brignole, Via P.D. da Bissone 3A primo piano.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI oer le foto!

 

- A tutto Sesto - Sabato 5 Dicembre 2015 ore 14,30 appuntamento all'entrata di Villa Pallavicini, via Pallavicini 11, Genova Pegli.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 

- A tutto Sesto - Sabato 7 Novembre 2015 ore 14,30 partenza a piedi da Piazza Clavarino, Genova Sestri P.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 

- A tutto Sesto - Sabato 10 Ottobre 2015 ore 10 Cimitero dei Pini Storti (S. ALberto), Genova Sestri P.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 


- A tutto Sesto - Sabato 19 Settembre 2015 ore 16,30, Genova Borzoli

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 


 - Da Mercoledì 9 Settembre 2015 al via la distribuzione dei kit per la raccolta della frazione umida dei materiali post consumo

L'Associazione Amici del Chiaravagna collabora con AMIU alla gestione di un punto informativo presso il Municipio VI Medio Ponente (Via Sestri 34) in orario 8,30 - 12,30 sulla raccolta della frazione organica dei materiali post consumo. Clicca QUI per vedere le zone coinvolte e clicca QUI per le foto del primo giorno di distribuzione!

 


 

- Eco-Preboggion - Sabato 11 Luglio 2015 dalle ore 19 Mercato del Ferro, Genova Sestri P.

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 


 - A tutto Sesto - Sabato 27 Giugno 2015 dalle ore 16,30 Piazza dell'Oratorio di Coronata

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per vedere le foto!

 


- A tutto Sesto - Domenica 17 Maggio 2015 dalle ore 16,15 Piazza Clavarino, Genova Sestri Pon

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per vedere le foto!

 


 - A tutto Sesto - Sabato 9 Maggio 2015 ore 15,30 Sede di Villa Brignole

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per le foto!

 

 - A tutto Sesto - Mercoledì 29 Aprile 2015 ore 20,45 Auditorium ex Manifattura Tabacchi, Via Soliman 7, Genova Sestri Pom

Clicca QUI per l'evento Facebook

 


 - A tutto Sesto - Sabato 11 Aprile 2015 ore 15 (Via Borzoli angolo Via Giotto)

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per vedere le foto!!

 


 - A tutto Sesto - Sabato 7 Marzo 2015 ore 15 da Piazza Consigliere (piazza della chiesa della Costa)

Clicca QUI per l'evento Facebook e QUI per vedere le foto!


 - A tutto Sesto - Venerdì 13 Febbraio 2015 ore 17 Via Muratori

Clicca QUI per vedere le foto!


 - Proiezione del documentario "Il più grande successo dell'Euro - VENERDi 20 GENNAIO 2015 ore 20.45 Auditorium Ex Manifattura Tabacchi Via Soliman 7

Clicca QUI per l'vento Facebook!

 


 - A tutto Sesto - SABATO 24 GENNAIO 2015 ore 15 Via Biancheri

Clicca QUI per vedere le foto!

Cari Amici,

con grande piacere vi inviatiamo tutti alla

APERICENA DI NATALE - FESTA DEL TESSERAMENTO 2015
Sabato 6 Dicembre dalle ore 18
presso la sede sociale di Villa Brignole
Via P.D. da Bissone 3A Genova Sestri Pon.
Trovate QUI alcune foto dalla festa dello scorso anno!
Ecco invece QUI l'evento Facebook da diffondere.


Anche quest'anno sarà una cena conviviale: porta qualcosa da condividere!
Durante la serata avvieremo la campagna tesseramenti 2015 e sarà possibile iscriversi o rinnovare la propria tessera per il 2015 (10 euro).
Non mancate, vi attende una sorpresa musicale da non perdere!


Per mettere a punto i dettagli e mettere a posto il salone, ci diamo appuntamento Giovedì 4 Dicembre dalle ore 17 in avanti presso la sede.


 Cari Amici,

lo scorso 17 Novembre abbiamo partecipato ai lavori della VI Commissione del COmune di Genova in merito al Piano Industriale di AMIU.

Trovate QUI il contributo che abbiamo portato il quell'occasione.


 - Sestri Arte Cultura - SABATO 29 NOVEMBRE 2014 ore 14,45 Piazza Pilo

Clicca QUI per vedere le foto!

 

 


 Cari Amici,

 
abbiamo appena saputo che alcuni cittadini sono stati contattati telefonicamente da qualcuno che, qualificandosi come membro degli Amici del Chiaravagna, propone una raccolta di soldi per vari motivi.
 
Riteniamo urgente informare tutti che la nostra Associazione non sta effettuando alcuna racconta fondi e vi chiediamo anzi di farci sapere nel caso veniate contattati.
 
Vi chiediamo di dare massima diffusione a questa informativa.
 
Grazie e arrivederci a tra poco con "Sestri Arte Cultura".
 
La Segreteria.

 

- Sestri Arte Cultura - SABATO 18 OTTOBRE 2014 ore 15,30 Piazza Pilo

Clicca QUI per vedere le foto!

 

 - Sestri Arte Cultura - SABATO 13 SETTEMBRE 2014 ore 15,30 Piazza Tazzoli

Clicca QUI per il link all'evento Facebook!

Clicca QUI per vedere le foto

 

- COMUNICATO STAMPA - Delibera del Consiglio Comunale di Genova sul ciclo dei rifiuti
 

L’Associazione Amici del Chiaravagna ONLUS esprime la propria soddisfazione per l’approvazione della delibera del Consiglio Comunale di Genova sul ciclo dei rifiuti: si tratta infatti di una enorme rivincita per le associazioni, i comitati ed i cittadini che nel Luglio di 10 anni fa avevano fortemente contestato una delibera che, aprendo la strada alla costruzione di un mega inceneritore, sembrava avere messo una pietra tombale sul diritto alla salute, sulla democrazia, sull'equilibrio dei conti pubblici genovesi.
In questi dieci anni non ci siamo arresi e non siamo rimasti a guardare ma abbiamo fatto rete con realtà simili in tutto il mondo ed abbiamo partecipato alla realizzazione di una proposta di modello di gestione dei rifiuti che fa a meno dell'inceneritore e delle sue nefaste conseguenze ma anzi crea lavoro e consente di mettere in sicurezza la discarica di Scarpino.
Tutti insieme, siamo stati in grado di condizionare l’agenda politica locale e nazionale dimostrando il valore delle nostre tesi finalizzate esclusivamente al bene comune: è possibile infatti leggere gli effetti di questa nostra spinta in larga parte del testo approvato che, seppure perfettibile in alcuni aspetti, rappresenta un salto enorme dal punto di vista della visione del rifiuto che diventa finalmente materiale post consumo con tutto ciò che ne consegue dal punto di vista culturale ma anche industriale.
Il voto espresso su una delibera determina sempre una assunzione di responsabilità. In questo caso ci sentiamo di appoggiare chi ha scelto di approvare un documento che, per la prima volta, libera il campo dai tentennamenti e dalle speculazioni e manda in soffitta l’inceneritore: non possiamo infatti fare finta ulteriormente che, fino a ieri, nei documenti ufficiali, nei programmi, nel PUC stesso l’inceneritore ed il suo ciclo erano ben radicati. Questo atto, invece, sgombera finalmente il campo e stabilisce un nuovo punto di partenza lungo un percorso che dovrà fare della definitiva messa in sicurezza della discarica di Scarpino il primo degli obiettivi, come l’emergenza di inizio anno ci ha ricordato.
Questo documento potrebbe diventare da esempio per tanti altri grandi comuni europei in quanto contiene indicazioni che lo rendono uno tra i più avanzati al mondo nell’ambito delle grandi città: la rivoluzione europea dei materiali post consumo è infatti partita decine di anni fa dai piccoli comuni e da alcuni consorzi ma da qualche anno attendeva il grande salto, considerate le maggiori criticità dei grandi tessuti urbani.
Si tratta di un passaggio importante e necessario per il rilancio della nostra città nella futura chiave metropolitana e ben venga quindi la partecipazione dei territori attraverso l’analisi dei flussi di materia, il ripensamento massiccio dei metodi di raccolta, la redistribuzione delle isole ecologiche, la pianificazione dell’impiantistica a freddo.
Siamo di fronte ad una grande sfida di rinnovamento per AMIU, attesa alla urgente presentazione di una riorganizzazione di un piano industriale che riesca a raccogliere credibilmente questi indirizzi, che dovrà essere sostenuta fortemente dall’Assessorato e dall’Amministrazione tutta in un percorso certo difficile ma con una grande prospettiva se gli strumenti di partecipazione che sono stati previsti verranno impiegati in trasparenza come ci auspichiamo.
I poteri forti che storicamente hanno ingessato questo processo ineluttabile sono però già al lavoro e su questo tema la Giunta della Regione Liguria ancora una volta sembra volere tutelare non i cittadini liguri - e genovesi in particolare - ma sostenere feudi elettorali e logiche privatistiche: condanniamo totalmente le ipotesi emerse su questo tema sulla stampa locale e le lotte interne ai partiti che le hanno generate.
Crediamo al contempo che a maggior ragione sia ogni giorno più importante raggiungere e superare al più presto - ben prima degli obiettivi del Piano Regionale dei Rifiuti - gli obiettivi di riduzione della produzione e di raccolta differenziata dei materiali post consumo. Pensiamo che su questi obiettivi ci siano tanti soggetti disponibili ad investire energie e risorse per proiettare Genova verso quella prospettiva di economia circolare che deve diventare il vocabolario di un rilancio esemplare.
La Segreteria.

QUI disponile il comunicato in pdf


- Eco-Preboggion - SABATO 5 LUGLIO 2014 ore 19,30 Piazza Tazzoli

Clicca QUI per il link all'evento Facebook!

Clicca QUI per vedere le foto!

 

 

 

 - Sestri Arte Cultura - SABATO 14 GIUGNO 2014 ore 15,30 Via Domenico Oliva 10

Clicca QUI per il link all'evento Facebook!

Clicca QUI per vedere le foto

 

- COMUNICATO STAMPA "Scarpino: a che gioco stiamo giocando?"
 

COMUNICATO STAMPA - Scarpino: a che gioco stiamo giocando?

Oggi Scarpino è chiusa.

Detta così sembrerebbe quello che chiedono cittadini, comitati e associazioni da quasi due lustri.

Diciamo però le cose come stanno, altrimenti si rischia di non capire: la discarica non è chiusa perché finalmente, come chiediamo da decenni, Genova e provincia sono diventate emblemi del modello "Rifiuti Zero".

E' chiusa perché l'iter burocratico di una pratica di allargamento della discarica ha generato un insieme di dubbi e di tentativi di deresponsabilizzazione mai visti prima in quegli enti che fino a qualche mese fa avrebbero approvato con solerzia progetti ben più vasti.

Certo, ci sono state le piogge, il percolato, la falda.

Ma non è che fino a Gennaio fosse tutto rose e fiori a Scarpino, ricordiamocelo.

Non è che la popolazione non abbia manifestato per decenni - senza risposta alcuna - i propri timori per la stabilità della discarica e denunciato procedure e metodi di stoccaggio dei rifiuti a dir poco inadeguati.

Ora sembra invece essere arrivata l'epoca del rigore.

Bene, ne prendiamo atto: ben vengano misure finalizzate alla riduzione del rischio, alla tutela della popolazione e dell'ambiente.

Certo, se mettiamo insieme le anomalie che hanno portato a questa situazione, effettivamente nasce però il dubbio maligno che ci sia dell'altro in questa vicenda che con l'interesse e la tutela dei cittadini nulla ha a che fare: non è che qualcuno sta mettendo in discussione AMIU ed il suo annunciato piano di rinnovamento verso l'economia circolare ed intende spianare la strada ad un grande gruppo privato, magari in difficoltà economica, ed alle sue strategie calate da lontano su Genova?

O anche, non sarà che le debolezze della politica locale sono sotto l'attacco di poteri forti che arrivano dai piani alti dei partiti?

Probabilmente la nostra è fantapolitica.

Di fatto, però, se non si fosse perso tempo negli anni scorsi a parlare e progettare con spreco di denaro pubblico inceneritori/gassificatori (che, per quanto riguarda la stabilità della discarica non avrebbero cambiato nulla, anzi, ci avrebbero esposto ad un rischio maggiore) ed avessimo oggi le impiantistiche a freddo necessarie a gestire le filiere dedicate dei nostri rifiuti dopo averli raccolti in maniera differenziata spinta, non saremmo qui a parlare di allargamenti della discarica, autorizzazioni, blocchi dei conferimenti.

Vogliamo quindi augurare che questo sia il nuovo momento zero della discarica di Scarpino, il momento in cui da un lato abbiamo tutti compreso quali rischi e costi derivino da un modello che punta così tanto sulla discarica e dall'altro abbiamo convenuto che urge svoltare bruscamente nelle politiche dei rifiuti puntando da subito a ridurre, riusare e riciclare ma solo sotto il controllo pubblico e lontano da giochi di potere sulla pelle di cittadini e lavoratori.

La Segreteria.

QUI disponile il comunicato in pdf


- COMUNICATO STAMPA "Cave e Terzo Valico: Oltre al danno, la beffa"
 

Cari Amici,

Trovate QUI il comunicato stampa che abbiamo inviato in merito alla Delibera di GIunta Regionale 414/14 che rende possibile il conferimento nelle cave del Monte Gazzo del materiale di risulta dalle escavazioni connesse con la realizzazione del Terzo Valico "contestualmente" alla realizzazione della viabilità necessaria a moderare l'impatto del traffico. Precedentemente, era stata deliberata la possiiblità di conferire solo dopo la realizzazione di tale viabilità. Questo apre sicuramente un potenziale serio problema di traffico e vivibilità per l'intera delegazione sestrese. A ciò si aggiunge il fatto che non ci risulta che nè gli altri livelli nè i cittadini residenti siano stati informati, fatto forse ancora più grave.


- Sestri Arte e Cultura - DOMENICA 18 MAGGIO 2014 ore 15,30 Piazza Vittorio Consigliere

Clicca QUI per il link all'evento Facebook!

Clicca QUI per vedere le foto

 

- Sestri Arte e Cultura - DOMENICA 30 MARZO 2014 ore 15,30 Piazza Virgo Potens

Clicca QUI per il link all'evento Facebook!

Clicca QUI per vedere le foto

Clicca QUI per un approfondimento sulla Tabula Peuntingeriana

Clicca QUI per vedere la mappa geologica del Golfo del Priano


  

- Scarpino: un ecocidio genovese. "Dal Non-Progetto al percolato"
 

Cari Amici,

Trovate QUI la presentazione, a cura del nostro socio Mauro Solari, che alcuni di voi hanno potuto visionare durante l'incontro che si è tenuto ieri 5 Febbraio presso la nostra sede di Villa Brignole. Il messaggio che vorremmo condividere è che l'attuale situazione è generata da un'idea originale sbagliata, da decenni di errori e dalla mancanza di operazioni che avrebbero potuto contenere il disastro che oggi viviamo.


- Gronda autostradale di Ponente: il parere del Ministero dell'Ambiente
 

Cari Amici,

Trovate QUI sul nostro sito il decreto del Ministero dell'Ambiente con cui viene espresso il parere circa il progetto di Gronda autostradale di Ponente.

Trovate invece QUI la nostra opinione riguardo a tale documento.


- Nuova pagina sul nostro sito: Convenzioni!
 

Cari Amici,

Trovate QUI una nuova pagina che abbiamo inserito sul nostro sito, ovvero quella relativa alle opportunità ed alle convenzioni che vi vengono offerte insieme col tesseramento agli Amici del Chiaravagna. Avete una convenzione da proporre? Contattateci tramite info@amicidelchiaravagna.it!


- Sversamenti del Rio Cassinelle: comunicato stampa congiunto con Italia Nostra e Legambiente
 

Cari Amici,

Trovate a questo LINK il comunicato stampa in cui, insieme ad Italia Nostra e Legambiente Liguria chiediamo le dimissioni del Direttore Generale di AMIU a seguito dei recenti eventi che hanno coinvolto l'azienda.

Di seguito trovate la rassegna stampa:

- Genova 24

- Telenord 1, Telenord 2

- Telecity/7Gold

- TGR Liguria


- Sversamenti del Rio Cassinelle: lettera aperta agli AdC
 

Cari Amici,

Trovate a questo LINK la lettera aperta inviata dal Presidente degli Amici del Chiaravagna a tutti i soci e simpatizzanti.


- Sestri Arte e Cultura - SABATO 25 GENNAIO 2014 ore 15,30 da Piazza Baracca

Clicca QUI per il link all'evento Facebook!

Clicca QUI per vedere le foto del'evento

  

- On line la proposta di Piano regionale dei rifiuti
 

Disponibile a questo LINK dell'Assessorato all'Ambiente della Regione Liguria la proposta di Piano Regionale dei Rifiuti.

Tutti i soggetti che abbiano interesse in materia hanno 60 giorni di tempo a partire dal 22 Gennaio per inviare le loro osservazioni e contributi.


- Camminata al Monte Gazzo - DOMENICA 5 GENNAIO 2013 partenza ore 20,30 da Piazza Baracca

Clicca QUI per il link all'evento Facebook!

Clicca QUI per vedere le foto della serata!

  


 - FESTA di Fine Anno . SABATO 14 DICEMBRE dalle ore 17,30

Clicca QUI per vedere le foto della serata!

 


- MERCOLEDì 4 DICEMBRE dalle ore 17,15 Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi (Comune di Genova): Tavola Rotonda "La Pianificazione territoriale: come affrontare il tema del consumo di territorio"
 

 

 

La rete di associazioni e comitati che organizzano questo evento invita tutti a firmare la petizione per ferrmare il consumo di territorio all'interno del Piano Urbanistico Comunale di Genova.

E' possibile leggere il testo e firmare la petizione anche online cliccando qui.

E' molto importante la partecipazione di tutti! Firma e fai firmare i tuoi amici!


Puoi confermare la tua presenza e avere maggiori info cliccando sulla pagina Facebook di questo evento

Sostieni la rete di associazioni e comitati autori della petizione cliccando "Mi Piace" qui.


 

 
- GIOVEDì 17 OTTOBRE dalle ore 20,45: Proiezione di Trashed all'Auditorium ex Manifattura Tabacchi
 

 

 


 


 

- Eco Preboggion 2013: ecco le foto!
 

Cari Amici,

A questo LINK trovate le foto dall'Eco Preboggion 2013!

Trovate le foto anche su Facebook!


 

 
- SABATO 6 LUGLIO dalle ore 19: Eco-Preboggion  in piazza dei Micone a Sestri
 

 

 

 


 

- Piano Urbanistico Comunale: avvio della fase di affinamento
 

Cari Amici,
è stata riaperta la discussione sul piano urbanistico comunale (PUC) in via di approvazione.
A detta dell'Amministrazione, questo passaggio verrà svolto per aumentare il livello di consapevolezza e partecipazione alle scelte programmatiche della città.
Alla luce di una sintesi che è stata prodotta dagli uffici competenti, è stata pertanto creata unacommissione che andrà nei Municipi a presentare il percorso a partire dalle prossime settimane.
 
Per il Municipio VI Medio Ponente (Sestri e Cornigliano) l'appuntamento è per
 
MARTEDì 21 MAGGIO
alle ORE 17 presso il Municipio
Via Sestri 7 (Palazzo Pessagno)
 
Per gli altri Municipi potete vedere il calendario che trovate qui.
L'Amministrazione sostiene che l'urgenza con cui si avvia questa fase è dovuta all'intenzione di chiudere il percorso entro Dicembre 2013.
 
A questo LINK trovate la presentazione svolta ieri in commissione comunale per esporre il percorso: 
 
Dal sito di Urban Center potete invece accedere a tutti gli altri documenti da cui ripartirà la discussione del 21 Maggio. Il link è: http://www.urbancenter.comune.genova.it/
 
Tra questi, nel livello di Municipio, potete trovare anche le nostre osservazioni, presentate a tempo debito e che potete ritrovare qui.
 
Vi ricordiamo infine che il sito di riferimento dove trovare il PUC in discussione è il seguente: http://puc.comune.genova.it/
 
Invitiamo quindi tutti voi a dare un'occhiata, farsi un'idea e partecipare a questo percorso perchè comunque sia quello che ne uscirà sarà l'idea di Genova per i prossimi 10 anni.

Firma Day – Avvio campagna raccolta firme LIP Rifiuti Zero

 

Nel fine settimana del 13 e 14 Aprile 2013 parte anche a Genova la campagna di raccolta firme per la Legge di Iniziativa Popolare Rifiuti zero.

Saranno disponibili tre diverse postazioni dove consegnare la propria firma:

Sabato 13 Aprile:

dalle ore 15 alle ore 19 Via XX Settembre all’altezza dell’ex cinema Verdi

- dalle ore 20 presso il ricreatorio di Murta durante la cena di autofinanziamento del Coordinamento Comitati NO-Gronda (per prenotazione : Grazia 3403459318 —- Giorgio 3931792714)

Domenica 14 Aprile:
- dalle ore 10 alle ore 12 corso Italia nei pressi della chiesa di Boccadasse

 

Per informazioni: 3472260741; dino.orlandini@tin.it

http://www.leggerifiutizero.it/ – http://gcrliguria.wordpress.com

Evento Facebook disponibile qui


Incontro con Rossano Ercolini – Avvio campagna raccolta firme LIP Rifiuti Zero

 

LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE «RIFIUTI ZERO» - NO INCENERITORI - NO DISCARICHE

Una nuova legge per salvare l’ambiente, la salute, l’economia

ROSSANO ERCOLINI - Presidente Zero Waste Europe, Coordinatore Osservatorio Rifiuti Zero Capannori

FEDERICO VALERIO – Chimico Ambientale Comitato Tecnico-Scientifico LIP Rifiuti Zero

VALERIO GENNARO - Epidemiologo IST, Presidente sezione ISDE Genova

presentano la LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE e l’inizio della RACCOLTA FIRME

VENERDI’ 29 MARZO ORE 17.30

Circolo ARCI Zenzero – Via Giovanni Torti 35R, GENOVA

Per informazioni: 3472260741; dino.orlandini@tin.it

http://www.leggerifiutizero.it/ – http://gcrliguria.wordpress.com

Evento Facebook disponibile qui.

Evento promosso da Comitato Genovese Gestione Corretta Rifiuti, Ass.ne Amici del Chiaravagna ONLUS


- COMUNICAZIONE: LUNEDI 18 FEBBRAIO ore 21 - Assemblea annuale dei Soci
 


Comunicazione
Lunedi 18 febbraio alle ore 21, convocazione dell'assemblea annuale dei soci dell'Associazione. Per chi non avesse ancora rinnovato la tessera per il 2013, sarà possibile iscriversi nel corso della serata.

L'appuntamento è presso i locali sociali di Villa Brignole (Via P.D. da Bissone 3A, entrata dal cancello di via Priano).

Ordine del giorno:

- Relazione del Presidente
- Approvazione bilancio
- Elezione del Consiglio Direttivo
- Programma iniziative 2013
- Varie ed eventuali

 
- COMUNICATO: Rifiuti nei cementifici, un attacco alla salute
 

 

Un nuovo attacco alla salute viene portato dallo schema di Decreto Presidenziale approvato del Consiglio dei ministri il 26 ottobre 2012 ed inviato al Parlamento. E' un provvedimento che disciplina la combustione di rifiuti nei cementifici, in parziale sostituzione di combustibili fossili tradizionali. Esso aggrava pesantemente quanto già previsto dal D. M. Sviluppo Economico del 6 luglio 2012, con cui il ministro Passera aveva liberalizzato la speculazione legata alla produzione di energia da impianti a biomassa agricola.

La nuova proposta legislativa riguarda l’utilizzazione “energetica” del Combustibile Derivato Rifiuti (C.D.R.), riclassificato come Combustibile Solido Secondario (C.S.S.). Il CSS, non più definito “rifiuto urbano”, ma “rifiuto speciale”, viene esentato dall'obbligo di essere trattato entro i confini regionali, diventando un prodotto industriale “di libera circolazione” che va a sostituire i combustibili tradizionali nei cementifici ed entra nel business dello smaltimento dei rifiuti.

La previsione di bruciare la parte combustibile di rifiuti indifferenziati negli inceneritori è una grave scelta dal punto di vista ambientale e sanitario. Da un lato vengono esposte le popolazioni al rischio di patologie cancerogene derivate da inquinamento atmosferico da polveri sottili ed ultrasottili, mentre dall'altro, a causa dell’incentivazione con CIP6 e Certificati Verdi, viene di fatto impedito l’avvio dell’industria del riciclo.

Ma bruciare rifiuti nei cementifici è di gran lunga più pericoloso che bruciarli negli inceneritori.

I cementifici risultano più inquinanti degli inceneritori in quanto non dotati di specifici sistemi di abbattimento delle polveri e tanto meno dei microinquinanti, e sono inoltre autorizzati con limiti di emissioni più alti. Il limite per le diossine passa da 0,1 nanogrammi/mc negli inceneritori a 10 ng/mc nei cementifici, cioè 100 volte di più.

Diversi cementifici inoltre sono inseriti a ridosso di centri urbani già pesantemente inquinati come Colleferro nel Lazio, Barletta e Taranto in Puglia, Rezzato in Lombardia, Monselice in Veneto, Maddaloni in Campania con le conseguenza di provocare un'escalation di contaminazione.

La Campagna Nazionale “Legge Rifiuti Zero”, con la sua rete di oltre 150 associazioni nazionali e locali, coordinamenti regionali e comitati locali in diciotto Regioni diverse, chiede di fermare questa proposta ed ogni qualsiasi decisione in merito.

Lanciamo una mobilitazione generale per fermare il proseguimento dell’esame in Commissione Ambiente, anche in vista del deposito a breve del Testo di Legge di Iniziativa popolare che prevede la moratoria sino al 2020 per gli inceneritori ed i cementifici che utilizzano rifiuti e la revoca degli incentivi che consentono di sopravvivere a queste industrie tossiche, insostenibili per l’ambiente e per la salute.

25 gennaio 2013

Campagna Nazionale “Legge Rifiuti Zero”

Piazza Vittorio Emanuele II, 2 – Roma

leggerifiutizero@gmail.com

 

Tel. 340 371 9350

http://www.zerowastelazio.it/1/campagna_nazionale_a_legge_rifiuti_zeroa_a_elenco_aderenti_1133975.html


 
- COMUNICATO STAMPA: 14-01-2013 / Contro l'uso delle cave della Val Chiaravagna per il Terzo Valico
 

 

Alla vigilia del dibattito in Consiglio Comunale circa l'utilizzo delle cave del Monte Gazzo e della Val Chiaravagna per la realizzazione del cosiddetto "Terzo Valico ferroviario", l'Associazione Amici del Chiaravagna ONLUS ritiene necessario ribadire, oltre alla totale contrarietà verso l'infrastruttura in sè, il pieno dissenso sull'utilizzo delle cave della nostra valle.

Ci preme riaffermare innanzitutto come sia inaccettabile definire recupero ambientale il deposito di smarino nella ex cava "Vecchie Fornaci": l'intervento cancellerebbe il seppur faticoso processo di rinverdimento naturalmente avviato anni fa con l'abbandono dell'estrazione e pregiudicherebbe l'esistenza stessa del Parco Urbano del Monte Gazzo a causa delle nuove funzioni previste dalla variante al PUC nelle aree limitrofe a quelle delle cave.

Sebbene si spacci questa operazione per un "recupero atteso da decenni", la sensazione è che invece si stiano trovando scuse per posticipare la chiusura di cave che dovrebbero invece essere messe in sicurezza ben prima: al di là dei luoghi comuni sul rispetto dei tempi di consegna delle cosiddette "grandi opere" italiane, parliamo di un orizzonte temporale troppo lontano per una valle che da oltre un secolo sopporta la servitù delle cave.

Siamo inoltre estremamente preoccupati per quanto riguarda la gradonatura prospettata per le cave Gneo e Giunchetto: il profilo disegnato appare così ripido da mettere in dubbio il ritorno del verde ma soprattutto la soprattutto la sicurezza idrogeologica.

Come è possibile che non si sia pensato alla creazione di uno strumento minimo di controllo simile all'osservatorio invece istituito per la Gronda? Come garantire in tempo reale il controllo sulla natura dei materiali in transito e sulle acque essendo parte delle aree della zona ricche di fibra d'amianto?
Cosa verrà poi realizzato negli ampi piazzali che resteranno disponibili dopo l'esaurimento delle cave e quali impieghi avrà il deposito di smarino prospettato per la base della discarica di Scarpino?

Richiamiamo quindi il Comune di Genova a mettere in campo atti concreti in materia: innanzitutto va data evidenza di quanto gettito, come da norma di legge, sia stato introitato dal Comune di Genova per le servitù di cava e questa somma deve essere comunque messa subito a disposizione per la mitigazione dei disagi dei residenti nella zona.

Dal punto di vista politico, invece che allargare le braccia, il Comune di Genova dovrebbe fare squadra con gli altri comuni vessati dalla Legge Obiettivo e contestarla nelle opportune sedi in quanto strumento che calpesta la democrazia ed impone scelte lontane e spesso in opposizione con le esigenze dei territori su cui vengono poi imposte.

La Segreteria

Cliccando QUI è possibile accedere al comunicato in versione pdf


- SABATO 5 GENNAIO 2013: CAMMINATA AL MONTE GAZZO

 

 

 

 
- COMUNICATO STAMPA: 21-11-2012 / Risposta alle dichiarazioni del Pres. Casale
 

 

L'Associazione Amici del Chiaravagna ONLUS ritiene inaccettabili le dichiarazioni del Presindente di AMIU Casale riportate da "La Repubblica" del 20/11/12.

Non è ammissibile che si colpevolizzino indistintamente i cittadini per l'ampio divario tra la norma di legge ed i risultati della raccolta differenziata a Genova.
Tale responsabilità è invece da imputarsi al top management di AMIU: i progetti pilota di Sestri P. e Pontedecimo hanno infatti chiaramente indicato come i cittadini ed i volenterosi operatori di AMIU abbiano da anni recepito senza traumi e con successo l'oramai consolidata tecnica di raccolta porta a porta. I suoi risultati provano ancora una volta come sia questa la chiave verso il raggiungimento di quegli obiettivi che lo stesso Casale continua a bollare in ogni occasione  come irraggiungibili.

Qualunque cosa ne pensi il Presidente di AMIU, è un fatto che, nonostante l'assenza di chiarezza sulle filiere del riciclo (per volumi ed introiti), un sistema di calcolo della raccolta differenziata che ci sentiamo di definire "fantasioso" a partire dai conferimenti in isola ecologica, la buona volontà di cittadini ed operatori di AMIU, la legge imponga obiettivi chiari per la raccolta differenziata e le recenti norme europee in via di recepimento spostino l'asticella ancora più in alto.
Il Presidente di AMIU non può più permettersi di fare il buontempone con la stampa.

E' assurdo che una semplice associazione di cittadini creda nella capacità di AMIU di rispettare gli obblighi di legge - per tutelare gli interessi dei cittadini - più di quanto non faccia il suo Presidente. Un Presidente che ha un mandato politico chiaro: se Casale ritiene che tale mandato non sia attuabile, abbia la dignità e
l'onestà di rimettere il proprio incarico. Se tale annuncio non dovesse arrivare, i cittadini si attendono che Giunta comunale convochi al più presto in seduta pubblica il Presidente di AMIU per ribadirgli nuovamente il suo compito. I genovesi non possono continuare a pagare di tasca propria i capricci di dirigenti inadeguati.
 
La Segreteria.

 


 

- NUOVI DOCUMENTI: Progetti di cantiere Terzo Valico Ferroviario
 

 

Abbiamo inserito nella pagina dedicata al Terzo Valico i documenti inerenti i progetti di cantiere.

Li trovate cliccando qui e seguendo le istruzioni riportate.

 


- COMUNICATO STAMPA: DGR Cave Monte Gazzo
 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 Genova, 29 Agosto 2012

L'Associazione Amici del Chiaravagna ONLUS apprende con sgomento la Delibera di Giunta Regionale n. 1047 del 07/08/12 circa le cave del Monte Gazzo ed il Terzo Valico. Ci sentiamo di reputare tale provvedimento come assolutamente disastroso per la val Chiaravagna e le valli limitrofe. E' evidente l'intenzione di eliminare dei vincoli di tutela, faticosamente raggiunti in passato anche grazie a decenni di mobilitazione dei cittadini.

Infatti la Regione Liguria con il piano territoriale di coordinamento paesistico (1990) aveva sancito il superamento delle attività di cava. A tal scopo era stato istituito con D.G.R. n. 8292 del 1.12.1994 un gruppo di lavoro. La Provincia di Genova (1998) attraverso il piano di bacino del torrente Chiaravagna, dichiarava che “l’attività estrattiva non può proseguire oltre i termini fissati dall’art. 20 della L.R. n.63/93, tranne che per proroghe connesse alla redazione di progetti di revisione dei piani finalizzati ad una migliore sistemazione ambientale definitiva”. Per la cava Gneo un nuovo progetto di coltivazione poteva essere ridefinito solo all' interno dei limiti di coltivazione già autorizzati. Per la cava Giunchetto erano ammesse solo modifiche che non comportassero aumenti di volume estraibile (ultima versione del Piano Territoriale Regionale delle Attività di Cava, Regione Liguria, 2008).

E' clamoroso come con questa delibera si vogliano cancellare queste deliberazioni e con esse decenni di aspettative di risanamento.

Assurdo poi quanto riguarda la ex cava "Vecchie Fornaci" (a sud ovest della vetta): si dice di volere riqualificare ora, quasi 25 anni dopo la chiusura, una delle poche cave della Liguria già gradonate e faticosamente rinverdite! Parliamo di un'area su cui è previsto un piano di recupero ambientale mediante accordo di programma per la realizzazione di un Parco dell'Area Carsica e per il mantenimento della biodiversità naturale, in considerazione del fatto che l'area del Monte Gazzo è sottoposta a stringenti vincoli imposti dall'essere riconosciuto quale Sito di Importanza Comunitaria.

Il Comune di Genova aveva chiesto che gli effetti dello scorporo dal piano cave diventassero operanti una volta raggiunto l'Accordo di Programma; nel 2005 sono stati effettivamente presentati i relativi piani di sistemazione ma sarebbe assurda ed evidentemente contraria al recupero una ulteriore ripresa di riporti perché appunto, già gradonata, l'ex cava Fornaci solo adesso comincia a rinverdirsi, lentamente a causa della scarsa produzione di suolo da parte delle dolomie.

In definitiva la sistemazione è solo un pretesto per ulteriori sfruttamenti legati ai movimenti di terra che annullerebbe 25 anni di riqualificazione delle vecchie Fornaci e, per giunta, non riqualificherebbe Gneo e Giunchetto.

Ancora una volta, l'imposizione sui territori di scelte non condivise e di esigenze che non sono quelle dei cittadini sono foriere di stravolgimenti e devastazione. Fortunatamente la popolazione sta sempre più prendendo coscienza di questo stato di cose: dopo anni di silenziose sofferenze, oggi i cittadini vogliono capire e cresce la voglia di partecipare. E' tempo per la politica di raccogliere questi stimoli e smetterla di imporre il saccheggio e la devastazione del territorio.


La Segreteria

Clicca qui per accedere al comunicato in versione pdf

Clicca qui per accedere al testo della delibera

 


- GIOVEDì 21 GIUGNO dalle ore 10 alle ore 12: Esercitazione anti-alluvione
 

 

GIOVEDì 21 GIUGNO dalle ore 10 alle ore 12
 

 GIOVEDì 21 GIUGNO dalle ore 10 alle ore 12 si terrà la prima ESERCITAZIONE ANTI ALLUVIONE. Scopo della prova è aiutare i cittadini ad orientarsi in una eventuale situazione di emergenza quale l'alluvione. Cliccando sui link qui sotto potete accedere ai documenti preparati da Protezione Civile e dal Comune per i cittadini.

Link al volantino

Link al piano dell'esercitazione


- SABATO 23 GIUGNO 2012: Scarpinando Tra Storia e Paesaggi Resistenti
 

 

 

 

- MARTEDI 15 MAGGIO 2012: Pubblichiamo le osservazioni finali al PUC
 

 

 Cliccando su questo link potete accedere alle nostre osservazioni circa il redigendo PUC e che abbiamo presentato alla 3a Commissione Comunale. 

 

Osservazioni Associazione Amici del Chiaravagna


 

- MERCOLEDI 16 MAGGIO 2012: Scarpinando Tra Storia e Paesaggi Resistenti
 

 

 

 

- MERCOLEDI 18 APRILE 2012: Scarpinando Tra Storia e Paesaggi Resistenti
 

 

 

- LUNEDI 12 MARZO ore 21: Riunione associativa e GasSestri
 

La prossima riunione associativa si terra'  LUNEDI 12 MARZO ore 21
presso la sede di Villa Brignole con il seguente ordine del giorno:

- Attività associative: Scarpinando, ecc.
- Relazione attività in corso: coord. regionale rifiuti, criticita' Via Borzoli, ecc.
- Prossimi acquisti GasSestri
- Varie ed eventuali

 


- LUNEDI 30 GENNAIO ore 21: Assemblea annuale dei soci
 

 

  L'Assemblea annuale dell'Associazione Amici del Chiaravagna si terrà in seconda convocazione LUNEDI 30 GENNAIO 2012 alle ore 21 presso la sede sociale di Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3A Genova Sestri Ponente

   Ordine del giorno:
- Relazione del Presidente
- Approvazione bilanci
- Elezione del Consiglio Direttivo
- Manutenzione della sede
- Organizzazione delle attività
- Varie ed eventuali

 

- GIOVEDI 5 GENNAIO 2012: CAMMINATA AL MONTE GAZZO

 

 

 

- MARTEDI 8 NOVEMBRE ore 21: Riunione associativa e GasSestri
 

 

  La prossima riunione associativa si terra'  MARTEDI 8 NOVEMBRE ore 21
 presso la sede di Villa Brignole con il seguente ordine del giorno:

- Alluvionefont> e dissesto idrogeologico: come 1 anno fa'
- Resoconto news fincantieri e inceneritori
- Iniziative per criticita' Via Borzoli:
- Resoconto attivita' Villa Brignole
- Cena sociale sabato 26 novembre
- Attivita'  "Scarpinando": prossime iniziative
- Prossime iniziative InterGAS
- Prossimi acquisti GasSestri: T&C, arance
- Varie ed eventuali

 

- VENERDI 7 OTTOBRE 2011: Audizione Osservazioni al PUC
 

 

 Si allega il testo delle nostre osservazioni che abbiamo presentato e discusso presso la 3° Commissione Comunale,  in riferimento al nuovo PUC in data 7 ottobre 2011.

 

Osservazioni Associazione Amici del Chiaravagna


 

- SABATO 29 OTTOBRE 2011: Scarpinando per i "Paesaggi Resistenti"
 

 

 

- COMUNICATO STAMPA: Il "Partito Inceneritorista" colpisce ancora!
 

 

 

COMUNICATO STAMPA

  L'Associazione Amici del Chiaravagna prende atto della bocciatura della mozione proposta in data odierna dal
Consigliere Antonio Bruno (PRC) e sostenuta solamente dal Consigliere stesso e dalla Consigliera Manuela Cappello (Gruppo Misto).
A loro va la solidarietà dei tanti cittadini che da decenni si battono anima e corpo a favore di una gestione dei rifiuti

che privilegi ambiente, occupazione e finanze pubbliche.
 
Tale mozione proponeva il superamento dell'attuale soluzione finale dei rifiuti che vede nell'incenerimento la panacea
di tutti i problemi, guardando alle soluzioni proposte dalla nuova giunta napoletana.
 
Ancora una volta il partito inceneritorista si dimostra trasversale e radicato, sordo alla volontà dei cittadini.

In questi giorni di pre campagna elettorale si parla tanto di nomi e non di sostanza, si spendono parole sui concetti
di "discontinuità" o "coerenza". Ma per quanto riguarda i rifiuti ed i beni comuni l'imperativo è sempre e comunque
quello di aggredire i cittadini nel diritto alla salute e di depredarne il conto corrente.

Anche gli stessi partiti che a Napoli sostengono De Magistris, qui a Genova hanno votato contro!
 
Plaudiamo alla mozione perchè, coraggiosa, è stata la cartina di tornasole sulla capacità dei nostri amministratori
di cogliere il vento del cambiamento che la giunta napoletana, sola contro tutti, sta portando avanti faticosamente.

Questa mozione ha offerto al Consiglio su un piatto d'argento, anche la possibilità di sostenere l'amministrazione
napoletana nella lotta che, quartiere per quartiere, conduce con successo contro il business dei rifiuti in mano alla
criminalità organizzata, dimostrando che anche così si afferma la legalità e si fa giustizia, che anche così si crea
lavoro sano e si tolgono proventi al malaffare.

Niente da fare: questa classe di amministratori ha troppa paura di disturbare il manovratore. Forse, nel proprio sonno
pesante, non si rende nemmeno conto del peso e dell'eredità delle proprie azioni che ci porteranno ad avere un
inceneritore inutile, costoso ed inquinante.

La Segreteria

 


- LUNEDI 3 OTTOBRE ore 21: Prossima Riunione
 

 

LUNEDI 3 OTTOBRE alle ore 21
  riunione presso la nostra sede in
  Villa Brignole - Via P.D. da Bissone 3a
.


 

- Genova 2001-2011

 
 
Cari Amici,
oggi come allora, siamo coinvolti nelle manifestazioni genovesi per "un altro mondo possibile".
 
Sabato 23 luglio dalle 15 alle 16,30 parteciperemo alla piazza tematica dei Beni Comuni (Piazza G. Modena, Sampierdarena) per poi confluire nel corteo che si avvierà verso Piazza Caricamento.
 

- Associazione Amici del Chiaravagna alla Festa dei Parchi
 

 

Cari Amici,
comunichiamo che l'Associazione Amici del Chiaravagna partecipera'
come ogni anno, alla Festa del Volontariato che si terra' a Sestri Ponente
presso i Giardini Ingoni (ex-corderia),

  VENERDI 17 dalle ore 16 alle ore 23
 
Nell'occasione alle ore 18, parteciperemo alla tavola rotonda:


Nucleare, radioattivita', rifiuti o
energia alternativa... che ne sara' di noi?

 
Vi attendiamo e chi volesse dare una mano puo'  farcelo sapere
scrivendo a: info@amicidelchiaravagna.it

 

- 5X1000 - ASSOCIAZIONE AMICI DEL CHIARAVAGNA O.N.L.U.S.
 

 

Anche quest’anno nella dichiarazione dei redditi sarà
possibile devolvere il 5 x mille della propria quota di Irpef anche ad
associazioni riconosciute come Onlus.

Pertanto, chi volesse sostenerci può indicare
nell'apposito spazio della propria dichiarazione l'intenzione di
devolvere la propria quota del 5 x mille a:

ASSOCIAZIONE AMICI DEL CHIARAVAGNA O.N.L.U.S

Codice Fiscale 92018180106

 

 


- LUNEDI 28 MARZO ore 21: Incontro GasSestri
 

 

LUNEDI 28 MARZO alle ore 21
 

 Incontro GasSestri presso la nostra sede di
  Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3a
.

All'ordine del giorno:

- Organizzazione GasSestri
- Prossime iniziative InterGas
- Prossimi acquisti: Terra e il Cielo
- Varie ed eventuali


- COMUNICATO STAMPA: Le buste della gara e il pacco dell'inceneritore
 

COMUNICATO STAMPA
 Oggi le associazioni, i comitati ed i cittadini che da decine d'anni si battono anche a Genova contro la realizzazione di impianti per l'incenerimento dei rifiuti registrano una grande vittoria: il Presidente di AMIU, Riccardo Casale, si è preso la briga di tentare di sminuire il nostro vasto ed articolato movimento.
Se ci fossero ancora stati dei dubbi, ciò significa che davvero abbiamo ragione noi.
Vuol dire che la nostra idea di un futuro, dove il riciclo di materia raggiunge perlomeno la norma di legge, è un obiettivo concreto.
Ricordiamo infatti che la legge impone il raggiungimento di almeno il 65%, mentre il Presidente di AMIU continua a dichiarare che al massimo si raggiungera' il 45%, in barba ai risultati del progetto Porta a Porta avviato sul territorio.
 
E' una chiara dimostrazione di debolezza: il Presidente di AMIU sa che ci sono tantissimi cittadini che si sono documentati, che hanno fatto rete ed hanno capito che bruciare i rifiuti, anzichè recuperarli come materia prima, è un'aberrazione mentale.
 
Goebbels, ministro della propaganda del regime nazista, affermava convinto: “Ripetete una bugia cento volte, mille volte, un milione di volte, ed essa diventa una verità”. E' questo l'atteggiamento di chi continua a propinare la scelta della combustione dei rifiuti.
 
Non c'è quindi da stupirsi che, ancora una volta, nella lista dei commissari per la valutazione della scelta impiantistica non ci siano competenze medico-epidemiologiche, soprattutto per quanto riguarda le emissioni in aria e le loro ricadute sulle fonti d'acqua genovesi. E' chiaramente un atteggiamento autistico mirato alla negazione dell'evidenza scientifica.
 
Quanto il Presidente di AMIU sostiene che in alcuni "paesi del Nord Europa, che sono universalmente riconosciuti come quelli con la maggiore sensibilità ambientale" non si riesca a superare il 50% di raccolta differenziata, gli ricordiamo che questo avviene perchè in molte di quelle città gli impianti di combustione esistevano già da prima di intraprendere percorsi di raccolta differenziata spinta.
In contesti simili diventa importante impedire con ogni mezzo il superamento di tali percentuali di raccolta differenziata allo scopo di non pregiudicare la altrimenti bassissima redditività economica dell'incenerimento.
Forse il Presidente di AMIU dimentica che la città di San Francisco è già al 70% di raccolta differenziata, grazie ad un mandato politico chiaro in tal senso, un mandato che forse a Genova non e’ mai giunto? O mai e’ stato ascoltato?
Non dare ai cittadini queste informazioni è un atteggiamento deplorevole.
 
Gli elettori devono forse pensare che il Presidente di AMIU e la politica, consci che nel mondo si vanno spegnendo inceneritori un po' ovunque per i loro effetti nefasti ed antieconomici, pensino di offrire i propri "servigi" a quelle città dove le infiltrazioni malavitose sono l'unico vero ostacolo ad una virtuosa raccolta differenziata?
 
Sulla coscienza - se ne hanno una - di questi personaggi graverà il peso della sofferenza dei futuri malati di tumore e dei bimbi che, incolpevoli, nasceranno minati nella salute a causa delle emissioni di questi inutili impianti.

 


- LUNEDI 24 GENNAIO ore 21: Incontro GasSestri
 

LUNEDI 24 GENNAIO alle ore 21
 Incontro GasSestri presso la nostra sede di
  Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3a
.

All'ordine del giorno:

- Organizzazione GasSestri
- Partecipazione serata InterGas sabato 29 allo Zenzero
- Prossimi acquisti: arance
- Varie ed eventuali

 


- Auguri e prossima iniziativa
 

 

 

L
'Associazione Amici del Chiaravagna augura a tutti
Buone Feste e vi invita alla prossima iniziativa
Mercoledi 5 Gennaio 2011

 

Vi aspettiamo!


- Incontro x auguri e brindisi natalizio
 

 

In occasione delle prossime festività, l'Associazione Amici del Chiaravagna vi invita al

brindisi e auguri natalizi
 
mercoledi 15 dicembre ore 21


presso la nostra sede in Villa Brignole, via P. da Bissone 3 a Sestri Ponente.

Vi aspettiamo!


- Relazione conclusiva del Progetto Pilota
 

 

Si comunica che le associazioni Amici del Chiaravagna, Legambiente e Italia Nostra esporranno alla Commissione del Municipo VI, aperta al pubblico, la relazione conclusiva del Progetto Pilota di Raccolta Differenziata di Sestri Ponente e Pontedecimo.

MERCOLEDI 24 novembre ore 17 presso l'Auditorium della ex-manifattura tabacchi in via Soliman 7 a Sestri Ponente.

Si invita alla partecipazione.

- Documento dissesto idrogeologico a Sestri Ponente e soluzioni
 

 

 

 Alla luce del recente episodio alluvionale che ha colpito la popolazione di Genova Sestri Ponente il 4 ottobre 2010, l'Associazione Amici del Chiaravagna ritiene fondamentale richiamare l'attenzione delle Istituzioni sulle opere necessarie  ad evitare in futuro il ripetersi di questi tragici eventi.

Il presente documento intende pertanto fotografare la situazione idrogeologica dell'area di Sestri Ponente, Municipio VI del Comune di Genova, dedotta principalmente da documenti pubblici e dalla conoscenza del territorio, allo scopo di proporre soluzioni alla luce della normativa vigente e dei Piani di Bacino.

All’interno del documento si possono evincere in maniera sintetica i vari interventi necessari suddivisi per ogni area.

Tale documento e' stato inviato agli assessori competenti di Governo, Regione Liguria, Provincia di Genova, Comune di Genova e Municipio VI Medio Ponente

Documento

 


- MERCOLEDI 10 NOVEMBRE ore 21: Incontro GasSestri
 

MERCOLEDI 10 NOVEMBRE alle ore 21
 Incontro GasSestri presso la nostra sede di
  Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3a
.

All'ordine del giorno:

- Presentazione documento Rete dei GAS
- proposta acquisto arance

- proposta di acquisto olio
- proposta di acquisto parmigiano

- proposta acquisto pacchi natalizi x solidarieta' aziende abruzzesi

- varie ed eventuali

- COMUNICATO STAMPA: SESTRI NON SI SVENDE! NO ai rifiuti dalla Campania
 

 

 
Comunicato Stampa 
A seguito delle vergognose affermazioni proferite dal deputato del
Partito Democratico Mario Tullo durante una trasmissione televisiva di qualche giorno fa, secondo cui sarebbe auspicabile ricevere presso la discarica di Scarpino rifiuti provenienti dalla Campania e da altre provincie e regioni allo scopo di accumulare denaro da investire nell'emergenza post alluvione che ha colpito Sestri Ponente,
l'Associazione Amici del Chiaravagna, non può che esprimere il proprio sconcerto.

Riteniamo queste proposte un'azione di sciacallaggio, proprio in virtù
della recente emergenza che ha colpito il nostro territorio, che da
più di quarant'anni si sobbarca questa velenosa servitù.

Oltre al danno ambientale, ora anche la solita beffa per spianare la
strada ai conferimenti da fuori provincia? Il tutto in attesa del
tanto desiderato (per i soliti portatori d'interessi) inceneritore a
Scarpino? Ecco messe in evidenza le reali intenzioni di questi
politici: fare a cassa a discapito della salute dei cittadini.

Non è forse questo parlamentare un esponente di un partito che negli
anni ha già gridato all'emergenza rifiuti e che torna ogni tanto a
chiedere allargamenti della discarica per, dicono populisticamente,
"non finire come Napoli"?

La vera emergenza in questa città è questo modo di fare politica per
sentito dire, senza conoscere il territorio, quando servirebbero
invece ben altre capacità.

Ci auguriamo che dall'amministrazione comunale e dalle sue emanazioni municipali giungano al più presto chiare e forti dichiarazioni che sgombrino il campo da quanto improvvidamente dichiarato dal deputato Mario Tullo, col sostegno dal sempre più inopportuno presidente AMIU Riccardo Casale, e che anzi indichino come prioritaria la tanto agognata chiusura e messa in sicurezza della discarica che, ricordiamolo, nasce come provvisoria in risposta all'emergenza di quegli anni.

La Segreteria



- ALLUVIONE a Sestri Ponente: Provvedimento del Sindaco del 13-10-2010
 

 

 

Provvedimento del Sindaco n.357877 del 13/10/2010

Oggetto: MISURE DI SICUREZZA A TUTELA DELLA PUBBLICA INCOLUMITA' RELATIVE AL RISCHIO DI ULTERIORI ESONDAZIONI DEL TORRENTE MOLINASSI IN UNA PORZIONE DEL TERRITORIO DI SESTRI PONENTE - MUNICIPIO VI



- ALLUVIONE a Sestri Ponente: Ordinanza del Sindaco 228/10-ott-2010
 

 

 

 Ordinanza del Sindaco n.228 del 10/10/2010

Oggetto: MISURE DI SICUREZZA A TUTELA DELLA PUBBLICA INCOLUMITA' RELATIVE AL RISCHIO DI ULTERIORI ESONDAZIONI DEL TORRENTE MOLINASSI IN UNA PORZIONE DEL TERRITORIO DI SESTRI PONENTE - MUNICIPIO VI

 Leggi


- ALLUVIONE a Sestri Ponente
 

 

 

Si informa che da GIOVEDI 7 OTTOBRE, il Centro Operativo di Coordinamento dell'Unità di Crisi è istituito presso Palazzo Pessagno in via Sestri 7.
Coloro che vogliono offrire il proprio aiuto, possono rivolgersi a questi uffici ed essere inseriti nelle liste dei volontari.

Per informazioni: tel. 010-5576207 oppure 010-5576205

I soggetti privati che hanno subito danni possono compilare entro 20 giorni il modulo allegato e consegnarlo ai suddetti uffici.

Le attività economiche che hanno subito danni possono compilare entro 20 giorni il modulo allegato e consegnarlo come da informazioni

Ulteriori approfondimenti relativi alle modalità e la modulistica si possono trovare sul sito regionale

 


- ALLUVIONE a Sestri Ponente
 

 

Video alluvione
(tratte da YouTube)

                                                                                                           

- GIOVEDI 16 SETTEMBRE ore 21: Prossimo incontro
 

 

GIOVEDI 16 SETTEMBRE alle ore 21
  Prossimo incontro associazione presso la nostra sede di
  Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3a
.

All'ordine del giorno:

- Situazione gassificatore/inceneritore a Scarpino
- Progetti con altre associazioni in corso
- varie ed eventuali


- MERCOLEDI 8 SETTEMBRE ore 21: Incontro GasSestri
 

MERCOLEDI 8 SETTEMBRE alle ore 21
 Incontro GasSestri presso la nostra sede di
  Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3a
.

All'ordine del giorno:

- nuovo acquisto presso la Terra e il Cielo
- valutazione di acquisto patate ovadesi presso
il progetto "Mettiamo Radici"
- varie ed eventuali


- 11 Agosto 2010: Articolo Corriere Mercantile

 Leggi Articolo
 

- Pubblicato il bando di gara per l'impianto finale a Scarpino

PROCEDURA APERTA PER L’ AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE PRELIMINARE, DEFINITIVA E STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE DEL POLO IMPIANTISTICO DI TRATTAMENTO RIFIUTI DI GENOVA LOCALITÀ MONTE SCARPINO  

- SABATO 10 LUGLIO dalle ore 19: Eco-Preboggion di S.Alberto in piazza Tazzoli a Sestri


   

- VENERDI 2 LUGLIO ore 21: Incontro GasSestri
 


VENERDI 2 LUGLIO alle ore 21
 Incontro GasSestri presso la nostra sede di Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3a.

All'ordine del giorno:

- ordine acquisto caseificio S.Maria (parmigiano & co.)
- proposte per collaborazioni con contadini del ponente
- varie ed eventuali


- DOMENICA 27 giugno: Lo Sbarco della Nave dei Diritti - Noi saremo all'Acquasola dalle 10 alle 17
 

 

 

- COMUNICATO STAMPA: Ora anche i rifiuti da Imperia dopo quelli di la Spezia
 


Comunicato Stampa
 
Dopo la manifestazione in via Borzoli e via Chiaravagna,svoltasi con successo mercoledi 9 giugno, che ha dato l'ennesimo segnale del grave disagio che vive la popolazione di questo territorio, si comunica che l'Associazione Amici del Chiaravagna e' impegnata a sostenere la variante al PUC per un cambio d'uso delle aree piu' critiche di via Borzoli, come quelle del deposito e la riparazione container.

Ma non contenti delle insopportabili servitu' che pesano sul territorio sestrese, la Regione Liguria ha concesso l'arrivo in discarica dei rifiuti provenienti da Imperia, aggravando ulteriormente la situazione e accorciando cosi' inesorabilmente la vita della discarica, avvicinandoci a quell'emergenza rifiuti di stile "campano" e "siciliano" tanto cara ai sostenitori degli inceneritori e... ai nostri amministratori.
 

 

 COMUNICATO STAMPA: Via Borzoli e Via Chiaravagna VOGLIONO RESPIRARE
 


Comunicato Stampa
 
 
L'Associazione Amici del Chiaravagna ed il Comitato Lenzuola Bianche di Via Borzoli, tornano nuovamente a denunciare il vuoto di attenzione da parte dell'Amministrazione in merito all'annoso problema della vivibilità delle vie Borzoli e Chiaravagna, assi fondamentali dell'economia cittadina, in cui il traffico pesante impatta con violenza sulla vita degli abitanti.

Ad oggi il Protocollo d'intesa siglato tra le associazioni ed il Comune per risolvere questi problemi si è dimostrato ben poca cosa: incapace di affrontare le questioni che attanagliano il quartiere, bloccato dalla burocrazia.

Nonostante le verifiche sui transiti effettuate dai cittadini, che riportano più di un transito al minuto (oltre 1000 mezzi pesanti al giorno!) con un trend in crescita, le misurazioni sull'inquinamento a cura della Provincia, che rilevano un inquinamento acustico superiore ai limiti consentiti, i sopralluoghi in cui i tecnici non hanno
potuto che concordare coi nostri punti di vista, le richieste degli abitanti rimangono disattese.

Abbiamo osservato impotenti alcuni pericolosi incidenti occorsi negli ultimi mesi: una mamma sul marciapiede è stata agganciata da un camion ed un altro mezzo pesante ha urtato delle auto in sosta accanto ad una zona solitamente molto frequentata.

Questi gravi incidenti sono un ulteriore campanello d'allarme per un quartiere a rischio collasso; l'Amministrazione ha ritenuto invece di limitarsi a classificarli e ad assegnarvi un numero di protocollo.
Non sappiamo nemmeno cosa ne è stato delle autorizzazioni in deroga che ci eravamo assunti di avvallare solo per alcuni mesi così da tutelare il lavoro di alcuni residenti.

A più di un anno dall'avvio del Protocollo d'intesa, restano quindi sul tavolo tutti i punti proposti dai cittadini per migliorare la sicurezza e proteggere la salute.

Riteniamo sia giunta l'ora di dare rilievo alle nostre rivendicazioni: inizieremo quindi con una serie di volantinaggi nelle nostre vie Borzoli e Chiaravagna, ma non escludiamo la scelta di intraprendere iniziative di maggiore impatto per difendere un quartiere che rischia di essere stritolato si dal traffico ma soprattutto dall'incapacità gestionale, di pianificazione del territorio e di ascolto dei cittadini che anche questa Amministrazione, come le precedenti, dimostra di avere.

Associazione Amici del Chiaravagna e Comitato delle Lenzuola Bianche

- MERCOLEDI 5 MAGGIO ore 21: RIUNIONE Soci e GasSestri
 

MERCOLEDI 5 MAGGIO alle ore 21
 Riunione Soci e Gassestri presso la nostra sede di Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3a.

All'ordine del giorno:
- ordine La Terra & Il Cielo
- organizzazione firme Referendum Acqua pubblica
- prossime iniziative Gas
- prossimi acquisti
- varie ed eventuali


- SABATO 17 aprile - PARMA: MANIFESTAZIONE NAZIONALE NO INCENERITORI
 

 

- GIOVEDI 8 aprile ore 21: incontro GasSestri
 


GIOVEDI 8 aprile alle ore 21
Nuovo incontro del Gassestri presso la nostra sede di Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3a.

All'ordine del giorno:
- pareri del primo acquisto
- logistica
- prossimi acquisti
- varie ed eventuali


- COMUNICAZIONE: GIOVEDI 1 APRILE - Assemblea annuale dei Soci
 


Comunicazione
Giovedi 1 Aprile alle ore 21, convocazione dell'assemblea annuale dei soci dell'Associazione. Per chi non avesse ancora rinnovato la tessera per il 2010, sarà possibile iscriversi all'Associazione nel corso della serata.

L'appuntamento è presso i locali sociali di Villa Brignole (Via P.D. da Bissone 3A, entrata dal cancello di via Priano).

All'ordine del giorno:
- relazione del Presidente
- approvazione bilancio
- elezione del consiglio direttivo
- organizzazione iniziative a breve
- varie ed eventuali

Trattandosi di assemblea verbalizzata, ricordiamo l'importanza di parteciapre o di fare pervenire eventuali deleghe.

- COMUNICAZIONE: LUNEDI 22 MARZO ore 10 a Tursi - GassInceneritore
 


Comunicazione
Genova, 18 marzo 2010

Confermiamo la scellerata giornata di presentazione da parte di AMIU e Giunta Comunale, dell'impianto di Gassificazione/Incenerimento di chiusura del ciclo dei
rifiuti.

LUNEDI 22 MARZO ore 10 a Palazzo Tursi (salone di rappresentanza)

Questa scelta di un impianto di incenerimento/gassificazione come soluzione finale, e' la dimostrazione di come si vuole affrontare la raccolta differenziata: NON, come da noi
sempre auispicato, attraverso la realizzazione di una filiera industriale finalizzata al
riciclo dei materiali raccolti, ma bensi`, considerare i rifiuti solamente come un carburante.

Questo comportera', come da sempre sosteniamo, un inquinamento in aria per 365 giorni all'anno e che si abbattera' anche sulle fonti d'acqua genovesi. Ricordiamo
infatti che i laghi del Gorzente e della Busalletta distano solamente pochi chilometri dal sito di Scarpino.

PARTECIPIAMO TUTTI!

- COMUNICATO STAMPA: Commento alle dichiarazioni sul futuro di AMIU
 


Comunicato Stampa
Genova, 26 Febbraio 2010

L'Associazione Amici del Chiaravagna, apprese dai giornali le dichiarazioni emerse durante il convegno del PD circa la fusione Iride-Enia, esprime totale disapprovazione e preoccupazione.

Siamo sconcertati dalle accelerazioni in senso privatistico imposte da questa giunta comunale: la privatizzazione dell'acqua, la possibilità di transito sul territorio cittadino di materiali bellici radioattivi a cui va oggi ad aggiungersi l'intenzione di favorire la gestione dei rifiuti da parte di aziende private come Enia: simili aziende, barricate dietro illusorie campagne di marketing sul recupero energetico - inequivocabilmente inesistente rispetto alla filiera del riciclo - nella realtà incidono solamente sulla salute pubblica e sul portafoglio dei cittadini, garantendosi grandi profitti.

L'Amministrazione plaude a questo sciagurato accordo costato enormi compromessi, quando invece non si è spesa nel cercare di mettere a sistema una raccolta differenziata che a dicembre 2009, secondo la legge, avrebbe dovuto essere di almeno il 50%; non ha saputo/voluto trovare aree destinate invece all'imprenditoria per una filiera industriale finalizzata al riciclo che sarebbe già ora disponibile ad investire sul nostro territorio. Oggi dimostra inequivocabilmente l'intenzione di non volersi adeguare nemmeno in futuro ai parametri di legge, considerata l'incompatibilità economica di una raccolta differenziata di qualità e quantità a basso costo con l'energivoro incenerimento/gassificazione.
La mistificazione della realtà è oramai una costante dei messaggi politici bipartizan: questa agisce su tutte le importanti vertenze cittadine prendendo in giro i Genovesi, dovendo rispondere ad esigenze che non hanno nulla a che fare col buon governo del territorio, ma che fanno gola agli interessi di quei privati che stanno portando il Paese alla deriva.

- GIOVEDI 11 FEBBRAIO ore 21: Presentazione GasSestri
 

 

GIOVEDI 11 FEBBRAIO alle ore 21
presso la nostra sede di Villa Brignole in Via P.D. da Bissone 3A - Genova Sestri Ponente, si terrà un incontro per parlare di G.A.S. (Gruppi di Acquisto Solidale) e quindi organizzarne uno in seno agli Amici del Chiaravagna: il GasSestri, che sara' presentato in questa serata. (Il primo acquisto assieme lo faremo acquistando arance dalla Sicilia (vedi: www.legallinefelici.it)

Un GAS è un insieme di persone che si accordano tra loro al fine di acquistare tutti insieme prodotti di vario genere direttamente dai rispettivi produttori, ottimizzando le spedizioni.
Gli acquisti devono rispettare criteri di qualità, legalità, rispetto per l'ambiente, rapporto qualità/prezzo, ridotta distanza tra luogo di produzione e luogo di fruizione.

- Osservazioni al PUC: Inviate dall'Associazione le proposte di variazione in ambito rifiuti
 

Si comunica che l'Associazione Amici del Chiaravagna ha inoltrato, in data 22-01-2010, le proprie osservazioni in merito alla variante al PUC:
isole ecologiche e gestione rifiuti

Documento


- CONFERENZA STAMPA: MARTEDI 26 GENNAIO ore 11,45 - Relazione Sondaggio RD
 

I genovesi la raccolta differenziata vogliono farla, nonostante AMIU
 
Questo è uno dei risultati del sondaggio sulla Raccolta Differenziata che le associazioni Amici del Chiaravagna, Italia Nostra e Legambiente hanno effettuato,  gli ultimi mesi del 2009, su un campione significativo di cittadini genovesi abitanti in svariati quartieri della citta’.

 Comunicato

Risultati Sondaggio


- Prossimo incontro: VENERDI 18 DICEMBRE ore 21 - Brindisi e Saluti di Natale
 

In occasione delle prossime festività, l'Associazione Amici del Chiaravagna invita al

Brindisi e saluti natalizi
 
VENERDI 18 DICEMBRE  ore 21


presso la nostra sede
in Villa Brignole, via P. da Bissone 3a a Sestri Ponente.

Chi fosse interessato, potrà anche iscriversi o
rinnovare il tesseramento per l'anno 2010.


 - Aree ex-Colisa a campi - meglio una buona raccolta differenziata dei rifiuti che un inutile stadio


- Prossimo incontro: l'Associazione Amici del Chiaravagna incontra le Guardie Giurate WWF

Si comunica che nell'ambito del programma delle attivita' 2009-2010, il prossimo incontro con le altre realta' associative della citta' si svolgera' con:

Guardie Giurate del WWF Liguria - Nucleo di Genova

MERCOLEDI 21 OTTOBRE ore 21


Gli incontri, aperti a tutti, si svolgeranno presso la nostra sede
in Villa Brignole, via P. da Bissone 3a a Sestri Ponente.


- Rifiuti: Comune e AMIU cosi' non va' - Comunicato Associazioni 25 settembre 2009


 - Centro Commerciale e nuovo Stadio a Sestri: nuova speculazione?


- Relazione Commissione Rifiuti: Il nostro parere
 

 

   
   
  
 Calendario    
   
 Stampa   
 Meteo    
   
 Stampa   
      
   
  
      
   
 Stampa   
Home:Chi siamo:Dicono di noi...:Tematiche:Attività:Link Utili:Archivio:Cookies: clicca QUI per info.
Copyright (c) 2016 Amici del Chiaravagna Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy